Ritenzione idrica, tutte le cose che dovresti sapere

La ritenzione idrica rappresenta un disturbo particolarmente diffuso, spesso sottovalutato, che colpisce con differente intensità milioni di persone; il segno principale della ritenzione idrica è un ristagno di liquidi nei tessuti cutanei che altera gli scambi osmotici a livello capillare e determina un accumulo di materiale di scarto che si deposita nei tessuti provocando rigonfiamenti anomali a livello cutaneo superficiale andando a provocare il cosiddetto effetto a “buccia d’arancia” (poiché interessa, in particolare, alcune zone del corpo predisposte all’accumulo di grasso e dunque che tendono ad essere ricche di tessuto adiposo). A causa dell’alterata circolazione venosa e linfatica, insieme a questi liquidi ristagnano anche numerose tossine –– che vanno ad alterare un metabolismo cellulare già intaccato da quello che è un apporto ridotto di ossigeno e nutrienti. Nel corso del tempo, dopo l’iniziale senso di gonfiore possono manifestarsi i primi stadi della cellulite e la comparsa di capillari e vene varicose.
Quali sono le origini di questo disturbo? Alla base possono esserci il sovrappeso (facilmente identificabile), intolleranze particolari, un’alimentazione non equilibrata oppure patologie come le disfunzioni cardiache o le disfunzioni renali, senza dimenticare le reazioni allergiche o le infiammazioni severe. Occorre però sottolineare che la ritenzione idrica – il cui danno non è solo di tipo estetico, ma è causa di problemi che tendono a cronicizzarsi – può essere distinta in diverse tipologie, legate sia alla sua origine sia a come questa condizione si manifesta:

Ritenzione idrica primaria: definita anche “circolatoria”, riguarda l’accumulo di liquido tra gli spazi presenti tra una cellula e l’altra. Questo tipo di ritenzione è da attribuirsi al sistema circolatorio e al sistema linfatico, che non funzionando nel migliore dei modi creano un rallentamento della circolazione nonché un ristagno di liquidi.

• Ritenzione idrica secondaria: è associata a patologie arteriose, come nel caso dell’ipertensione, oppure ad una patologia linfatica come il linfedema, o insufficienza renale.

• Ritenzione idrica alimentare: dipende da una alimentazione non corretta, in particolare se ricca di sale (quest’ultimo e il sodio in esso contenuto sono alcuni tra i principali alleati della cellulite), o da intolleranze alimentari come per esempio al lattosio.

• Ritenzione idrica iatrogena: deriva da abuso di farmaci, le cui classi sono sostanzialmente quattro: antiinfiammatori, cortisonici, terapia ormonale sostitutiva (menopausa) e contraccettivi.

Quali sono cure e rimedi per combattere la ritenzione idrica? In mancanza di patologie di rilievo, il responsabile principale della ritenzione idrica è lo stile di vita; dunque, come già accennato, una serie di abitudini sbagliate (fumo, abuso di alcolici, farmaci o caffè, sovrappeso, predilezione per i cibi salati, abiti troppo stretti, tacchi eccessivamente alti) contribuiscono a peggiorare la situazione. Va da sé che una soluzione importante per contrastare la ritenzione idrica è l’attività fisica; anche una semplice passeggiata, oppure nuotare, possono essere d’aiuto. Decisamente meno indicati, invece, gli sport che prevedono continui impatti con il terreno (come la pallavolo, il tennis, la corsa).

E ancora, particolarmente consigliata è una dieta ad alto contenuto di fibre (fibra alimentare), per aumentare la mobilità intestinale e diminuire il rischio di stitichezza, un disturbo quest’ultimo che ostacola il deflusso venoso a livello addominale. Inoltre è importante consumare molta frutta e verdura, in particolar modo quella ricca di acido ascorbico e flavonoidi per proteggere i capillari sanguigni rafforzandoli.

2 settimane per snellire Pancia e Fianchi?
Prova il Trattamento Pancia e Fianchi Express
Si applica in un minuto!
Scopri il trattamento
Leggi altri articoli che potrebbero interessarti

Tossine: come liberarsene e purificare la pelle

Un giorno alle terme: sauna e bagno turco per disintossicare l’organismo

Massaggio linfodrenante: i benefici e le tecniche di automassaggio

Leggi tutti gli articoli

TORNA SU

©2016 - Società Italo Britannica L.Manetti - H.Roberts & C. per Azioni - P.IVA 04420740484

My Beauty Coach

Accedi con le tue credenziali

Iscriviti a
My Beauty Coach

Accedi con le tue credenziali

Sei un utente Shape Up Your Life? Aggiorna i tuoi dati e scopri i vantaggi di My Beauty Coach

Hai dimenticato la password?

Crea Account

Clicca di seguito per scegliere una foto nel formato JPG, GIF o PNG dal tuo computer e quindi clicca su 'Carica Foto' per procedere.



Se vuoi cancellare il tuo avatar attuale ma non caricarne uno nuovo, utilizza il bottone cancella avatar.

Cancella avatar

Inserisci qui l'indirizzo mail.
Puoi invitare massimo tre persone.

Invio inviti in corso ...
Gli inviti sono stati inviati
Errore durante l'invio, riprova più tardi
Inserisci una o più email valide
Hai finito gli invii a disposizione

Hai ancora 5 invii a disposizione

Conferma

Inserisci la tua prova d'acquisto
Somatoline Cosmetic

Ricordati di conservare l'originale della prova d'acquisto: in caso di vincita di uno dei premi in palio, dovrai consegnarla a Somatoline Cosmetic

Invio prova d'acquisto in corso ...
Prova d'acquisto inviata correttamente
Compila correttamente tutti i campi
Conferma