5 consigli per gambe leggere

Un’alimentazione specifica

L’attività fisica

Altri “accorgimenti”

Sostanze che favoriscono il microcircolo

Non vediamo l’ora che l’estate faccia il suo ingresso nelle nostre giornate; spesso però le alte temperature portano con sé un problema comune a molte donne, quello della pesantezza e del gonfiore alle gambe.

 

Dolori e gonfiori agli arti inferiori dipendono dalla funzionalità della circolazione sanguigna, nello specifico il sangue trova difficoltà a risalire attraverso gli arti e si accumula all’interno del vaso venoso che tende a dilatarsi e a perdere la propria elasticità, determinando gonfiore e stanchezza alle gambe.

 

Ecco qualche consiglio per evitare questo fastidioso problema:

 

  • Il sovrappeso è una condizione che favorisce le problematiche agli arti inferiori. Infatti, quando la massa muscolare diminuisce a favore della massa grassa, si favorisce la distensione delle pareti dei vasi sanguigni e alla la perdita di elasticità delle stesse. Inoltre, le gambe supportano (o sopportano?) la maggior parte del nostro peso corporeo e quando siamo in sovrappeso la pressione su di esse aumenta notevolmente, rendendo la circolazione venosa ancora più difficoltosa. Un calo di peso, anche modesto (10-15% di calo di peso corporeo in 6 mesi) migliora questa condizione e favorisce la circolazione sanguigna e il ritorno venoso.
  • Anche un’alimentazione specifica ed equilibrata può essere d’aiuto quando abbiamo un problema di gonfiore alle gambe. È fondamentale ridurre il contenuto di sale nella dieta, sia quello aggiunto alle pietanze, gli alimenti che ne contengono un’elevata quantità (formaggi, affettati, alimenti in scatola, prodotti da forno quali cracker etc.). È importante allo stesso tempo aumentare i cibi ricchi di Vitamina C che aiutano a proteggere i capillari e le pareti dei vasi sanguigni, (come ananas, agrumi, kiwi, fragole, lattuga, radicchio, rucola, spinaci, peperoni, pomodori etc.) e le verdure che favoriscono la diuresi e contrastano la ritenzione di liquidi (come gli asparagi, i carciofi, i cetrioli, il tarassaco e le crucifere, ovvero broccoli, cavolfiore, cavolo romanesco).
  • Il sovrappeso e la cattiva alimentazione possono essere due fattori che favoriscono la pesantezza alle gambe, ma quello più importante è di sicuro la sedentarietà. Stare a lungo seduta infatti non sollecita adeguatamente i muscoli degli arti inferiori, che in questo modo non riescono a coadiuvare il lavoro di pompa svolto dai vasi sanguigni stessi. Allo stesso tempo anche stare a lungo in piedi, specie nella stessa posizione, favorisce il gonfiore e il dolore. Abituarsi a fare almeno 20-30 minuti di camminata leggera tutti i giorni può davvero essere un grande aiuto per chi passa la maggior parte della propria giornata seduto, mentre chi sta spesso in piedi dovrebbe praticare un’attività fisica che favorisca il microcircolo, come il nuoto o il ciclismo (che si traduce in cyclette, nuoto libero o perché no aquagym).
  • Esistono altri “accorgimenti” che possiamo mettere in pratica tutti i giorni per aiutarci a migliorare questo problema. Ad esempio accavallare le gambe per lunghi periodi può peggiorare la situazione, come anche l’esposizione prolungata al sole e i bagni caldi dopo una lunga giornata (il calore infatti dilata le vene). Un valido aiuto può essere immergere i polpacci nell’acqua fredda a fine giornata e massaggiarli con una crema gel effetto rinfrescante, come anche dormire (o riposarsi sul divano) con le gambe leggermente rialzate. Evitate i calzini e gli stivali troppo stretti, come anche i tacchi troppo alti; preferite invece le calze a compressione graduata, che favoriscono il ritorno venoso.
  • In farmacia e in erboristeria possiamo trovare degli integratori o e delle tisane che contengono sostanze che favoriscono il microcircolo, ad esempio tra gli estratti più efficaci sicuramente la vite rossa, il rusco e la centella asiatica. Se però il problema persiste un lungo periodo o se notate che il dolore non è legato necessariamente alle alte temperature o al vostro lavoro, ricordate sempre di consultare il vostro medico, che vi potrà consigliare uno specialista adeguato, come il flebologo.
Per un effetto lumininosità potenziato
Prova Lift Effect Radiance Booster Illuminante
prima delle creme Lift Effect 45+.
Scopri il trattamento
Leggi altri articoli che potrebbero interessarti

5 falsi miti del fitness

5 idee regalo per (aspiranti) atleti

3 proposte fitness per ripartire alla grande

Leggi tutti gli articoli

©2016 - Società Italo Britannica L.Manetti - H.Roberts & C. per Azioni - P.IVA 04420740484

My Beauty Coach

Accedi con le tue credenziali
oppure    

Sei un utente Shape Up Your Life? Aggiorna i tuoi dati e scopri i vantaggi di My Beauty Coach

Hai dimenticato la password?

Crea Account

Clicca di seguito per scegliere una foto nel formato JPG, GIF o PNG dal tuo computer e quindi clicca su 'Carica Foto' per procedere.



Se vuoi cancellare il tuo avatar attuale ma non caricarne uno nuovo, utilizza il bottone cancella avatar.

Cancella avatar

Inserisci qui l'indirizzo mail.
Puoi invitare massimo tre persone.

Invio inviti in corso ...
Gli inviti sono stati inviati
Errore durante l'invio, riprova più tardi
Inserisci una o più email valide
Hai finito gli invii a disposizione

Hai ancora 5 invii a disposizione

Conferma

Inserisci la tua prova d'acquisto
Somatoline Cosmetic

Ricordati di conservare l'originale della prova d'acquisto: in caso di vincita di uno dei premi in palio, dovrai consegnarla a Somatoline Cosmetic

Invio prova d'acquisto in corso ...
Prova d'acquisto inviata correttamente
Compila correttamente tutti i campi
Conferma